Definizioni di acciuga

sillabe: ac|ciù|ga | pronuncia: /atˈʧuga/

(1) singolare femminile
    • pesce di mare, noto anche col nome di alice, comune nel mediterraneo e lungo le coste europee dell'atlantico, con corpo affusolato, dorso azzurro e ventre argenteo (ordinale clupeiformi); si conserva sotto sale o sott'olio e viene impiegato per intingoli e salse
    • stare stretti come acciughe, (figurato) stare molto pigiati in un luogo. dim. acciughetta, acciughina
    • (figurato) si dice di persona magra, asciutta: è un'acciuga.
    • (linguistica) l'aspetto concettuale di un segno linguistico.
(2) aggettivo (toscano) solo nella locuzione erba acciuga, origano.
    • (linguistica) la parte della parola che resta togliendo la desinenza, e che permette l'immediata inserzione degli elementi di flessione (talvolta coincide con la radice): tema nominale, verbale, quello che resta togliendo a una parola rispettivamente la desinenza nominale o la desinenza verbale
    • in un enunciato, ciò di cui si dice qualcosa (in contrapposizione a rema, che è ciò che si dice di qualcuno o qualcosa)

Termini della lingua italiana collegati: alice, chiodo, magro, ... consulta tutti i sinonimi di acciuga.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome