Definizioni di bella

sillabe: bèl|la | pronuncia: /ˈbɛlla/

singolare femminile
    • bella di notte, (eufem.) prostituta. accr. bellona
    • (familiare) l'innamorata, la fidanzata: l'ho visto con la sua bella
    • con valore fraseologico, in espressioni familiare o scherzosamente: bella mia, ora devo andare; quando la smetti, bella?
    • donna bella e che gode di tale fama: la bella del paese
    • cosa bella, in frasi esclamative: o bella!; questa è bella!, per esprimere sorpresa, meraviglia
    • dirne, sentirne, vederne delle belle, cose curiose, strane, incredibili o, per antifrasi, spiacevoli, sgradevoli; farla bella, per antifrasi, combinare un guaio
    • usato come avverbio nella locuzione alla bell'e meglio, in modo approssimativo, senza particolare cura: fare qualcosa alla bell'e meglio
    • bella copia, stesura definitiva di uno scritto: copiare il compito in bella
    • testo letterario redatto per essere musicato nelle forme dell'opera, dell'oratorio e della cantata: il libretto del «barbiere di siviglia».
    • (botanica) componente del nome di diverse piante: bella di giorno, pianta erbacea con foglie oblunghe e fiori a campanula che si aprono al mattino e si chiudono la sera (familiare convolvulacee);
    • bella di notte, pianta erbacea ornamentale con fiori di color giallo, rosso o bianco, che si aprono la sera e si chiudono all'alba (familiare nictaginacee).