Definizioni di bravo

sillabe: brà|vo | pronuncia: /ˈbravo/

aggettivo
    • che è abile ed esperto in ciò che fa, specialmente nell'esercizio di un mestiere, di una professione o negli studi; valente: un medico bravo; un bravo operaio; uno scolaro bravo in latino; chi ci riesce, chi ci capisce è bravo!, (familiare) si dice a proposito di cosa difficile da fare o da capire
    • alla brava, con spavalderia; anche, con rapidità e abilità. dim. bravino
    • da bravo, si dice per esortare qualcuno a fare qualcosa: su, da bravo, aiutami!
    • usato in formule esclamative esprime approvazione, consenso o, ironicamente, disapprovazione: bravo, bene!; bravo, bis!; bravo, ne hai combinata un'altra delle tue!
    • usato come rafforzativo (per lo più iron.): bravo furbo!; bravo sciocco!
    • brav'uomo, bravo giovane, formule di cortesia con cui un tempo ci si rivolgeva a uno sconosciuto; oggi sono usate per lo più in tono scherzoso
    • onesto, dabbene; generoso, di buon cuore: un bravo giovane; brava gente
    • fare il bravo, mostrarsi baldanzoso e spavaldo
    • notte brava, (figurato) notte passata in modo turbolento, in divertimenti chiassosi, imprese teppistiche e simile
    • (non comunemente) coraggioso, pieno di ardimento, di baldanza
    • ingente, grande, elevato, detto di numero o di grandezza che si può valutare numericamente: prezzi alti; alta pressione
    • intenso: gli scambi commerciali si mantengono alti
    • alta stagione, periodo di maggior affluenza turistica
    • specialmente nel seicento, sgherro al servizio di un signore, da cui riceveva protezione e garanzia d'impunità: i bravi di don rodrigo, nei «promessi sposi» § bravamente avverbio con bravura, con coraggio
    • con spavalderia, alla brava.
    • (termine antico) non addomesticato, brado singolare maschile (st.) soldato mercenario

Termini della lingua italiana collegati: abile, capace, competente, ... consulta tutti i sinonimi di bravo.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome