Definizioni di buono

sillabe: buò|no | pronuncia: /ˈbwɔno/

(1) popolare bono, aggettivo [al singolare si tronca davanti a parola cominciante per vocale, semiconsonante, consonante scempia, muta + liquida, talora anche z o ps; comparativo più buono o migliore; superlativo buonissimo o ottimo]
    • buona volontà, volontà di operare bene, di impegnarsi: essere pieno di buona volontà
    • conforme al bene; onesto, moralmente positivo: buoni pensieri, sentimenti, principi; è buona norma, è bene, conviene; è buona cosa, è cosa ben fatta; opera buona, azione caritatevole
    • buona voglia, disposizione positiva, favorevole: accingersi a un lavoro di buona voglia
    • andare a buon fine, concludersi positivamente
    • buona donna, (popolare) per antifrasi, prostituta
    • che ha mitezza di cuore; mansueto, bonario: un uomo buono; un buon uomo, un sempliciotto; buono come il pane, buonissimo; tre volte buono, (iron.) sciocco; un buon diavolo, una brava persona
    • alla buona, semplice, non ricercato (in funzione aggettivo o avverbio): un pranzo alla buona; gente alla buona, che tratta familiarmente; lavoro fatto alla buona, in modo approssimativo, non rifinito
    • star buono buono, stare molto quieto o anche essere mogio
    • tranquillo, calmo; composto, silenzioso: il bambino è stato buono tutto il giorno; state buoni, ora!; sta' buono con le mani!
    • emettere un verso lamentoso, detto del colombo e della tortora
    • verbo transitivo
    • buon gusto, buongusto
    • di qualità, di valore; elegante: un buon lavoro; un buon voto; una buona recitazione; una buona stoffa; l'abito, il vestito buono, quello della festa; il salotto buono, quello riservato solo alle grandi occasioni
    • rispettabile; ragguardevole: buon nome, buona fama, buona reputazione; un giovane di buona famiglia; di buona memoria, si dice di un defunto che ha lasciato rimpianto di sé il buon tempo andato o antico, quello che si rimpiange come migliore rispetto al presente; la buona società, i ceti più elevati
    • fare buona guardia , vigilare diligentemente
    • buono a nulla , inetto, incapace
    • in buono stato , ben conservato
    • di buon passo , con passo svelto, deciso
    • una buona forchetta , (figurato) un gran mangiatore; anche, un buongustaio
    • essere in buone mani , (figurato) essere affidato a persone avvedute e capaci
    • di buzzo buono , di buona lena , con impegno, alacremente
    • una buona penna , (figurato) uno scrittore di qualità
    • detto di persona, abile, capace; detto di cosa, utile, efficace, efficiente: un buon medico ; un buon pianista ; un buon padre ; un buon rimedio ; una buona macchina ; avere buona vista , buon udito , vedere, sentire bene; avere un buono stomaco (o lo stomaco buono), digerire bene; avere buona mano , essere abile; avere buona gamba , essere resistente nel camminare; avere buone braccia , essere un forte lavoratore
    • avere buon naso , fiuto , essere furbo e perspicace
    • una buona testa , (figurato) una persona intelligente
    • essere buon giudice , essere competente e imparziale
    • buono da buttar via , detto di cosa, ormai inutilizzabile; di persona, ormai inetto, improduttivo
    • essere , non essere buono di fare qualcosa , (regionale) esserne capace: non son buono di contraddirla! , non ne ho il coraggio
    • una buona lama , (figurato) un valente spadaccino
    • avere buona memoria , ricordare bene
    • buon senso , buonsenso
    • che serve a un dato scopo; idoneo, conveniente: una buona idea ; rimedio buono per la tosse ; cogliere la buona occasione, il momento buono, la circostanza opportuna, favorevole
    • valido, autentico; fondato, consistente: il biglietto non è buono se non è timbrato ; non è un buon motivo perché tu te ne vada ; ho le mie buone ragioni ; a buon diritto , giustamente
    • sapere da buona fonte , da informatori degni di fede
    • a ogni buon conto , in ogni caso, a ogni modo
    • punto buono , valevole al gioco
    • questa è buona! , detto di una battuta, una trovata divertente; anche iron., di cosa incredibile, falsa
    • denaro non buono , falso o fuori corso
    • far buono , dar buono , convalidare, accettare
    • palla buona , in vari sport (tennis, calcio etc.), quella che non cade fuori dell'area stabilita
(2) singolare maschile documento che dà diritto, all'atto della presentazione, alla riscossione di una somma, al ritiro di una merce, alla prestazione di un servizio: buono pasto; buono omaggio; buono sconto | buono del tesoro, titolo di credito al portatore, rappresentativo di debito dello stato; buono ordinario del tesoro, bot | buono fruttifero, titolo di credito rilasciato da una banca contenente l'obbligo di restituzione di una somma da essa ricevuta, aumentata degli interessi calcolati fino alla scadenza | buono di consegna, documento recante al depositario di una merce l'ordine di consegnarla a una data persona | buono di cassa, ricevuta provvisoria rilasciata da un cassiere di banca a un cliente in luogo di una somma di denaro, che questi deve depositare presso un altro cassiere della stessa banca.

    Termini della lingua italiana collegati: appetitoso, delizioso, gustoso, ... consulta tutti i sinonimi di buono.


    Ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome