Definizioni di chiave

sillabe: chià|ve | pronuncia: /ˈkjave/

singolare femminile
    • le chiavi di san pietro, le somme chiavi, simbolo dell'autorità del pontefice
    • offrire, ricevere le chiavi di una città, in senso simbolico, come segno di grande onore
    • tenere qualcosa sotto chiave, (figurato) custodirla gelosamente
    • dispositivo metallico che aziona una serratura meccanica; per estensione, qualsiasi dispositivo che aziona un meccanismo di blocco, anche elettromeccanico o a comando magnetico: la chiave del portone; chiudere a chiave, con uno o più giri di chiave; il buco della chiave, la toppa; chiave falsa, fabbricata per aprire illecitamente una serratura
    • chiavi in mano, (figurato) si dice di un bene strumentale che, all'atto della vendita, sia immediatamente in grado di funzionare, di essere utilizzato: prezzo chiavi in mano, tutto compreso. dim. chiavetta, chiavettina, chiavina accr. chiavona, chiavone (m.)
    • punto strategico: gibilterra è la chiave del mediterraneo
    • (figurato) ciò che permette di raggiungere un determinato fine; quanto serve a capire, a svelare qualcosa: la chiave del successo, di un segreto; la chiave di lettura di un fenomeno; l'agricoltura sarà la chiave della ripresa economica; tenere le chiavi del cuore di qualcuno, influenzarne i sentimenti
    • numero, parola e simile che serve a decifrare un codice segreto, ad accedere a informazioni riservate; in un elaboratore elettronico, codice alfanumerico per identificare univocamente e velocemente un'informazione in un gruppo di altre simili: chiave di accesso, di ricerca; rebus a chiave
    • dispositivo manuale per caricare meccanismi a molla, accordare strumenti a corde, stabilire contatti elettrici etc.: chiave di carica dell'orologio; chiave d'accensione
    • fin da quel momento (passato o futuro): già da piccolo era molto portato per il disegno; già nel '600 pascal aveva inventato una macchina calcolatrice; già stanotte dormiremo a hong kong
    • fin da ora, fin da questo momento: so già che non verrà; puoi già considerarti promosso
    • chiave di volta, (achitettura) pietra a forma di cuneo che, posta alla sommità di un arco o di una volta, ne assicura la stabilità (figurato) elemento centrale, perno: la filosofia greca è la chiave di volta del pensiero antico
    • essere in chiave, (figurato) essere in argomento
    • (musica) segno convenzionale che, posto all'inizio o all'interno del pentagramma, indica l'altezza delle note scritte sul pentagramma stesso: chiave di sol (o di violino), di contralto, di tenore
    • (estensione) nei legni, congegno metallico che, azionato dalle dita del suonatore, serve ad aprire e chiudere opportunamente i fori per modificare l'altezza delle note prodotte
    • in chiave, (figurato) secondo un certo punto di vista, da una data angolazione critica: commentare un avvenimento in chiave politica
    • esser fuori chiave, stonare; (figurato) parlare in maniera inopportuna
    • (metr.) verso che, in una stanza di canzone, collega mediante la rima il primo gruppo di versi (fronte) col secondo (sirima), del quale costituisce l'inizio
    • (sport) nella lotta, forza applicata su un'articolazione per farla ruotare o piegare in senso contrario a quello naturale; leva
    • usato come aggettivo invariabile di importanza fondamentale, determinante: il turismo è il settore chiave dell'economia nazionale ; il personaggio chiave di un romanzo.

Termini della lingua italiana collegati: decisivo, determinante, importante, ... consulta tutti i sinonimi di chiave.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome