Definizioni di cortese

sillabe: cor|té|se | pronuncia: /korˈteze/, /korˈteze/

(1) aggettivo
    • (letteralmente) generoso, prodigo (specialmente figurato): ti priego... /... / che tu mi sie di tuoi prieghi cortese (dante purg. v, 68-70)
    • gentile, garbato, affabile: una persona, un'accoglienza cortese; gesti, parole cortesi
    • (termine antico) che è proprio della corte o delle corti, specialmente medievali; che ha le qualità ritenute peculiari delle persone che vi vivevano, come lealtà, liberalità, eleganza etc.: la civiltà cortese del medioevo
    • amore cortese, quello celebrato dai poeti cortesi e rappresentato come un rapporto di vassallaggio dell'amante nei confronti della donna amata
    • armi cortesi, armi speciali usate nei tornei, con le quali non si poteva ferire l'avversario § cortesemente avverbio
    • poesia cortese, la poesia d'amore elegante e raffinata fiorita nel sec. xii presso le corti di provenza, e di qui poi passata nella corte sveva di sicilia (sec. xiii) e in altre corti europee
(2) singolare maschile vino bianco secco, di sapore delicato, prodotto in piemonte, in provincia di alessandria.

Termini della lingua italiana collegati: cavalleresco, affabile, educato, ... consulta tutti i sinonimi di cortese.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome