Definizioni di esca

sillabe: é|sca | pronuncia: /ˈeska/

singolare femminile
    • qualsiasi cibo con cui si attirano animali, specialmente pesci, per catturarli: attaccare l'esca all'amo; esche artificiali, mosche finte e simile usate per la pesca
    • (figurato) cosa che alletta o inganna; lusinga: gettare l'esca, cercare di adescare qualcuno; prendere qualcuno all'esca, adescarlo
    • pigliar fuoco come l'esca, (figurato) essere facile all'ira, alla passione
    • aggiungere esca al fuoco, (figurato) aggravare una situazione già difficile
    • dare esca all'odio, all'amore, (figurato) accenderli, fomentarli
    • sostanza d'origine vegetale che un tempo serviva per accendere il fuoco con l'acciarino e la pietra focaia o per dar fuoco alla polvere di un fucile
    • l'acqua stessa in cui ci si bagna: immergersi in un bagno caldo; mettere i sali nel bagno
    • (termine antico) cibo, nutrimento (anche figurato): ch'i' non curo altro ben né bramo altr'esca (petrarca canz. clxv, 8).

Termini della lingua italiana collegati: cibo, adescamento, ... consulta tutti i sinonimi di esca.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome