Definizioni di essere

sillabe: ès|se|re | pronuncia: /ˈɛssere/

(1) verbo intransitivo [presente io sóno, tu sèi, egli è, noi siamo (termine antico o regionale sémo), voi siète (termine antico o regionale sète), essi sóno (termine antico o regionale ènno); imperfemminile io èro (letteralmente èra), tu èri, egli èra, noi eravamo, voi eravate, essi èrano; fut. io sarò, tu sarai, egli sarà (termine antico o poetico fia e fie), noi sarémo, voi saréte, essi saranno (termine antico o poetico fìano e fìeno); passato remoto io fui, tu fósti (termine antico fusti), egli fu, noi fummo, voi fóste (termine antico fuste), essi fùrono (termine antico o poetico furo, fòro, fuòro); congiunt. presente io sia. .., noi siamo, voi siate, essi sìano (letteralmente sìeno); congiunt. imperfemminile io fóssi (termine antico o regionale fussi) etc.; cond. io sarèi (termine antico o poetico sarìa e fòra), tu sarésti, egli sarèbbe (termine antico o poetico sarìa e fòra), noi sarémmo, voi saréste, essi sarèbbero (termine antico o poetico sarìano); imp. sii, siate; participio presente (raro) essènte; participio passato stato (termine antico suto); ger. essèndo (termine antico o poetico sèndo). come verbo ausiliare forma i tempi composti dei verbi transitivi passivi (io sono amato), della forma riflessiva e di tutte le altre forme pronominali (tu ti sei lodato; io mi sono lavato le mani; egli si è pentito; i due ragazzi si sono picchiati), dei verbi servili quando reggono un infinito che solitamente prende essere come ausiliare (non sono potuto venire; sono dovuto restare), dei verbi impersonali (era accaduto; è nevicato), di molti verbi intransitivi attivi che indicano un modo di essere (sono invecchiato) oppure un movimento considerato in relazione a una meta (sono corso a casa; sono venuto da te; sono andato a roma)]
    • con la funzione di copula unisce il soggetto al predicato nominale: tu sei buono; la rosa è un fiore
    • in alcune costruzioni impersonali ha valore enfatico: è a lui che sto chiedendolo; è che non me ne avevano parlato!
    • come verbo autonomo, in funzione di predicato verbale, afferma l'esistenza, l'essenza in sé, l'effettiva presenza di qualcuno o di qualcosa, o serve a dichiarare la realtà, la vera natura di un fatto: dio è; è proprio come dico io; penso, dunque sono, traduzione del lat. cogito ergo sum, il celebre assioma di cartesio
    • spesso è preceduto dalla particella avverbiale ci (o vi) con valore pleonastico: c'è qualcuno che ti cerca; non v'è dubbio; ci sono molte specie di alberi; tra la strada e il fiume c'è un bosco; c'era una volta. .., tradizionale inizio delle favole; quelli che non ci sono più, i morti; esserci, essere arrivato alla meta (anche figurato): ci sono!, ho capito; ci siamo!, siamo giunti al punto decisivo
    • essere o non essere?, traduzione dell'inglese to be or not to be?, interrogativo che esprime il dubbio di fondo sul suicidio nel famoso monologo di amleto, protagonista della tragedia di shakespeare
    • determina il tempo e le condizioni climatiche, spesso in costruzioni impersonali: sono due mesi che non lo vedo; è pasqua; è tardi; che ora è?; è brutto tempo; è caldo
    • conferimento di un beneficio ecclesiastico.
    • in locuzioni particolari: sarà!, può anche darsi, ma non ci credo completamente; può essere, è possibile; come sarebbe a dire?, espressione che si usa enfaticamente o polemicamente per richiedere una spiegazione; e sia (pure), si dice per concedere qualcosa; così sia, espressione di consenso o di rassegnazione, ripresa dalla formula conclusiva delle preghiere; come se niente, se nulla fosse, con grande facilità o con indifferenza; che è che non è,. .. all'improvviso,...
    • del fu. .., (burocr.) figlio del defunto: giovanni b. (del) fu giuseppe
    • sia... sia, sia che... sia che, con valore correlativo e disgiuntivo: sia che tu lo voglia, sia che non lo voglia, partiremo domani
    • con preposizioni o avverbi; unito ad a : indica in genere il luogo, la condizione, la situazione in cui una persona o una cosa si trova: essere a letto, a tavola, a scuola; il mare è a
(2) singolare maschile
    • (filosofia) ciò che è, la qualità di ciò che è anche, l'insieme di ciò che è: l'essere e il divenire; l'essere e l'essenza; l'essere del mondo; il problema dell'essere, il problema ontologico
    • l'esistere; l'esistenza, la vita: il nostro essere è di breve durata
    • porre in essere, attuare, realizzare
    • il modo di essere; la condizione, lo stato; l'intima natura: conoscere qualcuno, qualcosa nel suo vero essere ' in buono, in cattivo essere, (forma antica) in buono, in cattivo stato
    • antica macchina da guerra, simile alla catapulta e alla balestra, con cui si scagliavano piccole saette.
    • persona, individuo: è un essere insopportabile. dim. esserino.

Termini della lingua italiana collegati: individuo, persona, ... consulta tutti i sinonimi di essere.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome