Definizioni di fuso

sillabe: fù|so 1 | pronuncia: /ˈfuzo/

(1) participio passato di fondere e aggettivo nei sign. del verbo singolare maschile (non comunemente) ciò che è stato ottenuto per fusione.
    (2) singolare maschile
      • dritto come un fuso, (figurato) si dice di persona dal portamento eretto
      • arnese di legno, panciuto al centro e assottigliato alle estremità, che nella filatura a mano serve per torcere il filo e per avvolgerlo sulla spola
      • andarsene dritto come un fuso, (figurato) difilato, senza esitazione
      • a fuso, a forma di fuso
      • nella filatura meccanica, organo fondamentale dei filatoi e dei ritorcitoi che serve per torcere il filo
      • (estensione) oggetto o parte di macchina che ha la forma di un fuso: il fuso dell'ancora, l'asta verticale dell'ancora; fuso del tornio, ciascuno dei due coni su cui gira il pezzo
      • in carri e carrozze, parte estrema della sala che viene infilata nel mozzo e intorno alla quale gira la ruota
      • andare in corso, (termine antico) corseggiare, fare il corsaro
      • viaggio fatto per mare, navigazione
      • navigazione di lungo corso, quella effettuata senza limiti di tonnellaggio e di distanza dalla costa
      • (aer.) ciascuno degli spicchi della calotta del paracadute o dell'involucro di un aerostato
      • fuso (nucleare), (biologia) figura che si forma nella prima fase della mitosi, costituita da sottili filamenti di citoplasma disposti a fuso ai cui poli si trovano i centrosomi.

    Termini della lingua italiana collegati: colato, disciolto, ... consulta tutti i sinonimi di fuso.