Definizioni di giudice

sillabe: giù|di|ce | pronuncia: /ˈʤudiʧe/

singolare maschile e femminile
    • il giudice supremo, dio
    • chi giudica persone o cose; chi ha la competenza, l'autorità di emettere giudizi: essere buon giudice, cattivo giudice; atteggiarsi, erigersi a giudice
    • (diritto) chi appartiene alla magistratura: giudice di tribunale, istruttore, tutelare, conciliatore; giudice per le indagini preliminari, nella procedura penale, giudice che ha funzioni di sorveglianza e di garanzia sull'attività di indagine svolta dal pubblico ministero e dalla polizia giudiziaria, e presiede l'udienza preliminare
    • giudice togato, magistrato di carriera; si contrappone a giudice popolare, cittadino estratto a sorte per comporre la corte d'assise
    • (diritto) organo dello stato chiamato a esercitare la giurisdizione in un determinato procedimento; rappresentante monocratico o collegiale di tale organo
    • calice renale, (anatomia) condotto delle vie escretrici renali.
    • nella storia ebraica, nome di capi politico-religiosi nel periodo compreso tra la morte di giosuè e l'inizio del ministero di samuele
    • libro dei giudici, uno dei libri dell'antico testamento
    • nella sardegna medievale, chi governava un giudicato.

Termini della lingua italiana collegati: magistrato, ufficiale, ... consulta tutti i sinonimi di giudice.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome