Definizioni di m

sillabe: | pronuncia: /ˈɛmme/

singolare femminile o maschile invariabile tredicesima lettera dell'alfabeto (undicesima dell'alfabeto italiano tradizionale), il cui nome è emme; in italiano rappresenta la consonante nasale bilabiale | m come milano, nella scansione delle parole lettera per lettera, specialmente al telefono | viene usata in sigle (per esempio m è sigla automobilistica di malta) e abbreviazioni (per esempio maschile verbo, maria vergine; singolare maschile, sua maestà, o stato maggiore; s.p. maschile, sue proprie mani, si scrive sulla corrispondenza riservata personalmente al destinatario; maschile e., medio evo; maschile c. maschile, minimo comune multiplo; maschile, per nomi propri di persona come marco, mauro, marina) | m, in metrologia, simbolo del metro; m\n 2 (o, impropriamente, mq), metro quadro; m\n 3 (o, impropriamente, mc), metro cubo | m, (fisica) simbolo della massa | m, nella numerazione romana rappresenta il mille | m, (economia) aggregato monetario: m1, aggregato formato da circolante e depositi bancari e postali in conto corrente; m2, formato da m1 più i depositi bancari e postali a risparmio; m3, formato da m2 più i buoni ordinari del tesoro.



Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome