Definizioni di morte

sillabe: mòr|te | pronuncia: /ˈmɔrte/

singolare femminile
    • una buona morte, in grazia di dio, coi conforti religiosi
    • in punto di morte, prossimo a morire
    • sino alla morte, all'ultimo istante di vita
    • questione, problema di vita o di morte, della massima importanza
    • morte bianca, per assideramento nella neve; anche, per abuso di eroina
    • fare la morte del topo, (figurato) finire intrappolati
    • a morte, mortalmente: ferito a morte; odiare a morte; annoiarsi a morte
    • la morte del giusto, in pace e serenità
    • morte eterna, la dannazione dell'anima
    • in vita e in morte, eternamente
    • in morte di. .., nella circostanza della morte di qualcuno, specialmente come titolo di componimenti poetici per una persona deceduta: in morte di carlo imbonati, carme di a. manzoni
    • atto di morte, col quale il medico testimonia l'avvenuto decesso
    • essere tra la vita e la morte, si dice di malato molto grave
    • morte civile, privazione dei diritti civili; per estensione, esclusione dalla vita sociale, stato d'emarginazione
    • cessazione della vita: morte immatura, naturale, violenta, improvvisa, lenta, apparente, reale; cercare, affrontare, sfidare, incontrare, ritardare la morte; salvare qualcuno dalla morte; scampare alla morte; lottare con la morte; dare la morte, uccidere; darsi la morte, uccidersi
    • morte dolce, eutanasia
    • di morte, funereo, mortale: pallore, silenzio di morte
    • il miglioramento della morte, (popolare) miglioramento apparente a cui fa seguito poco dopo la morte
    • pena capitale: sentenza di morte; condannare a morte
    • (figurato) grave afflizione, profonda angoscia: avere la morte nell'anima; con la morte nel cuore
    • montagne russe, nei luna park, specie di ferrovia in miniatura i cui vagoncini percorrono salite e discese ripidissime; otto volante.
    • (specialmente con iniziale maiuscola) la figura con cui si rappresenta la morte: l'immagine della morte che impugna la falce
    • sembrare la morte in vacanza, (figurato, scherzosamente) si dice di persona malridotta
    • aver visto la morte in faccia, (figurato) essersi trovato in una situazione di gravissimo pericolo
    • il modo più gustoso in cui determinati alimenti possono essere cucinati: la morte della lepre è in salmì.

Termini della lingua italiana collegati: decesso, dipartita, fine, ... consulta tutti i sinonimi di morte.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome