Definizioni di ramo

sillabe: rà|mo | pronuncia: /ˈramo/

singolare maschile
    • ciascuna delle parti legnose dell'albero, che hanno origine dal fusto e portano fiori, foglie e frutti : rami lunghi, diritti, nodosi, secchi, verdi; ramo carico di frutti
    • avere un ramo di pazzia, (figurato) essere strambo, stravagante ' ramo secco, (figurato) persona o cosa inutile, infruttifera. dim. rametto, ramicello, ramettino pegg. ramaccio
    • (estensione) tutto ciò che si diparte da un corpo principale: il fiume si divide in due rami; i rami dei coralli, delle corna dei cervi
    • i due rami del parlamento, camera e senato
    • (matematica) ciascuna delle parti disgiunte di cui si compone una curva: ramo di iperbole
    • (tip.) nella stampa a torchio, telaio di ferro, coperto da una tela sulla quale viene posto il foglio da imprimere
    • settore di un'attività branca di studi: un'azienda di primaria importanza nel ramo dei prodotti chimici; i rami della medicina
    • linea di parentela: il ramo lorenese degli asburgo.

Termini della lingua italiana collegati: campo, diramazione, frasca, ... consulta tutti i sinonimi di ramo.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome