Definizioni di rango

sillabe: ràn|go | pronuncia: /ˈrango/

singolare maschile [plurale -ghi]
    • (militare) schiera, fila, riga di soldati: rompere i ranghi, sciogliere lo schieramento
    • serrare i ranghi, (figurato) impegnarsi con convinzione e tutti insieme in qualcosa ' uscire dai ranghi, (figurato) contravvenire alle regole, alle direttive ricevute
    • rientrare nei ranghi, (figurato) tornare ad accettare le regole, le direttive ricevute, rinunziando a ogni forma di opposizione; anche, rinunziare a una carica, a una posizione di comando per tornare a occupare un posto di minor rilievo
    • (marina) termine per classificare le navi da guerra dell'epoca velica: vascello di secondo rango
    • (estensione) grado, condizione, ceto sociale: una donna di (alto) rango
    • uno scrittore, un artista di rango, (figurato) di notevoli qualità
    • opera buona o piccolo sacrificio compiuto in segno di devozione: fare un fioretto alla madonna
    • (linguistica) ciascuno dei diversi livelli, gerarchicamente subordinati gli uni agli altri, in cui risulta strutturata la lingua: il rango della frase, del sintagma, del morfema
    • la posizione che una parola occupa in una lista di frequenza ordinata; il numero che indica tale posizione.

Termini della lingua italiana collegati: categoria, classe, condizione, ... consulta tutti i sinonimi di rango.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome