Definizioni di riguardo

sillabe: ri|guàr|do | pronuncia: /riˈgwardo/

singolare maschile
    • senza riguardo, senza preoccupazione o ritegno: strapazzarsi senza riguardo; spendere senza riguardo
    • attenzione, cautela, cura: trattare, usare qualcosa con ogni riguardo; avere riguardo, molti riguardi per la propria salute
    • di riguardo, che merita considerazione: ospite, personaggio di riguardo; abito di riguardo, (forma antica) che non si usa abitualmente, che è riservato a occasioni speciali
    • premura, cortesia, deferenza: trattare qualcuno con riguardo, con i dovuti riguardi; mancare di riguardo verso qualcuno; non l'ho denunciato per riguardo a suo padre
    • parlare, dire le cose senza (tanti) riguardi, con franchezza, apertamente
    • farsi riguardo, non osare, per delicatezza o timidezza
    • nei riguardi di, nei confronti di: non posso dir nulla nei suoi riguardi, contro di lui
    • riguardo a, in relazione a, per quello che si riferisce a: riguardo a questo problema, non ho le idee chiare
    • relazione, rapporto, attinenza: quanto s'è detto non ha riguardo con le decisioni prese
    • a questo riguardo, a questo proposito
    • far seguito a, (burocr.) rispondere, riferirsi a
    • in seguito, poi, più avanti
    • di seguito, subito dopo, senza interruzione
    • in seguito a, per conseguenza di, a causa di
    • la parte seguente; proseguimento, continuazione: leggere il seguito della storia; il seguito al prossimo numero, formula con cui, nei romanzi o racconti pubblicati a puntate su giornali e periodici, il lettore viene avvertito che la narrazione continuerà nel numero successivo
    • (termine antico) confine, limite: quando venimmo a quella foce stretta / dov'ercule segnò li suoi riguardi (dante infemminile xxvi, 107-108)
    • in legatoria, risguardo.

Termini della lingua italiana collegati: accortezza, attenzione, cautela, ... consulta tutti i sinonimi di riguardo.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome