Definizioni di rovesciare

sillabe: ro|ve|scià|re | pronuncia: /roveʃˈʃare/

verbo transitivo [io rovèscio etc.]
    • voltare sottosopra, capovolgere; mettere all'esterno ciò che è interno: rovesciare le zolle con la vanga; rovesciare le tasche, le maniche
    • rovesciare una situazione, (figurato) farla mutare completamente ' rovesciare il sacco, (figurato) raccontare tutto quello che si sa
    • far cadere ciò che stava ritto, in piedi (anche figurato): rovesciare un bicchiere, una valigia; rovesciare il governo, costringerlo alle dimissioni
    • volgere, piegare all'indietro: rovesciare la testa sul cuscino
    • (non comunemente) vomitare (anche assolutamente): rovesciare il latte; ha mangiato tanto e così di furia che poi ha rovesciato
    • versare, far cadere un liquido o un materiale incoerente: rovesciare il vino sulla tavola; rovesciare un pacco di farina
    • nel gioco delle bocce a coppie, chi s'incarica di fare il punto tirando la boccia il più vicino possibile al pallino, mentre il compito della bocciata viene lasciato al compagno
    • (non comunemente) abbattere, espugnare: rovesciare le difese nemiche
    • rovesciarsi verbo riflessivo

Termini della lingua italiana collegati: abbattere, buttare, capovolgere, ... consulta tutti i sinonimi di rovesciare.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome