Definizioni di vetrina

sillabe: ve|trì|na | pronuncia: /veˈtrina/

(1) singolare femminile vernice vetrosa che si spalma sulle stoviglie o su altri oggetti di ceramica prima di cuocerli al forno, perché acquistino lucentezza e impermeabilità.
(2) singolare femminile
    • parte del negozio in cui si espongono le merci perché possano essere viste da chi passa per la strada; la vetrata che protegge tale parte del negozio: la vetrina del libraio, del gioielliere; una pallonata ha mandato in frantumi la vetrina
    • mettersi in vetrina, (figurato) ostentare i propri meriti, pavoneggiarsi
    • (figurato) luogo, manifestazione che costituisce la migliore rassegna di attività, prodotti e simile: una sfilata che costituisce la più importante vetrina dell'alta moda italiana
    • mobile a vetri in cui si conservano oggetti di particolare fragilità o valore: le vetrine di un museo. dim. vetrinetta
    • stare in riga, rimettersi in riga, (figurato) obbedire, riprendere a comportarsi come si deve
    • allineamento di persone (specialmente soldati e atleti) l'una di fianco all'altra; anche, la serie delle persone così disposte: mettersi in riga; la prima, l'ultima riga di un reparto
    • rompete le righe!, comando dato a soldati (o anche ad atleti) perché sciolgano l'allineamento
    • di prima riga, (figurato non comunemente) di ottima qualità, di prim'ordine
    • mettersi in riga con qualcuno, (figurato) emularlo, mettersi sullo stesso livello
    • sopra le righe, (figurato) si dice di atteggiamento, comportamento enfatico, caricato
    • plurale (scherzosamente) occhiali.

Termini della lingua italiana collegati: bacheca, cristalliera, esibizione, ... consulta tutti i sinonimi di vetrina.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome