Definizioni di copia

sillabe: cò|pia | pronuncia: /ˈkɔpja/

(1) singolare femminile [solo singolare]
    • (letteralmente) grande quantità, abbondanza: vennero servitori, con gran copia di rinfreschi (manzoni p. s. iv)
    • avere copia di qualcuno, poterne disporre
    • (termine antico) facoltà, opportunità, occasione: avendo copia di vedere assai spesso la sua donna (boccaccio dec. vii, 8)
    • fare copia di qualcosa, concederne l'uso.
(2) singolare femminile
    • brutta copia, la prima stesura di uno scritto; bella copia, la stesura definitiva
    • riproduzione, trascrizione esatta di uno scritto, di un documento: copia manoscritta, dattiloscritta; copia autenticata
    • riproduzione di un'opera presa a modello; per estensione, si dice di persona che assomiglia moltissimo a un'altra: copia di una statua, di un quadro; è la copia esatta di suo fratello
    • ciascun esemplare di un libro, di un giornale e simile: una tiratura di diecimila copie
    • merce in genere: roba usata, di scarto; un negozio che vende roba di qualità a buon prezzo
    • (tecn.) duplicazione di suoni, immagini, dati su un supporto magnetico: fare la copia di un'audiocassetta, di un dischetto, di un file.

Termini della lingua italiana collegati: calco, doppione, duplicato, ... consulta tutti i sinonimi di copia.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome