Definizioni di digiuno

sillabe: di|giù|no | pronuncia: /diˈʤuno/

(1) aggettivo
    • che non ha mangiato da un periodo di tempo più o meno lungo: sono digiuno da ieri
    • (figurato) privo, sprovvisto: digiuno di notizie, di cognizioni ' essere digiuno di storia, di matematica etc., non saperne alcunché.
(2) singolare maschile
    • il digiunare: fare, iniziare un digiuno ' osservare il digiuno, rispettare il precetto della chiesa di digiunare in determinati giorni
    • rompere il digiuno, interrompere il periodo di astensione dal cibo, ricominciare a mangiare
    • digiuno forzato, quello che è costretto a fare chi è nell'impossibilità di mangiare
    • a digiuno, senza aver mangiato, a stomaco vuoto: una medicina da prendere a digiuno
    • (poetico) desiderio intenso, attesa impaziente: solvetemi, spirando, il gran digiuno / che lungamente m'ha tenuto in fame (dante par. xix, 25-26).
    • (figurato) lunga privazione di una cosa desiderata: tenere a digiuno di notizie
(3) singolare maschile (anatomia) il tratto di intestino tenue che va dal duodeno all'ileo.

Termini della lingua italiana collegati: affamato, stomaco, ... consulta tutti i sinonimi di digiuno.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome