Definizioni di esterno

sillabe: e|stèr|no | pronuncia: /esˈtɛrno/

aggettivo [comparativo esteriore; superlativo estremo]
    • (allievi) esterni, quelli che frequentano le lezioni di un convitto senza essere convittori
    • che è o appare di fuori: il muro esterno della villa; scala esterna, fuori della casa; non fermarti alle apparenze esterne!
    • angolo esterno di un poligono, (geom.) quello adiacente a ogni angolo interno, formato prolungando uno dei lati oltre il vertice
    • pericoli, nemici esterni, che provengono o agiscono dal di fuori
    • per uso esterno, si dice di medicamento che si applica sulle parti esterne del corpo
    • impressioni esterne, ricevute attraverso gli organi di senso
    • mondo esterno, (filosofia) l'insieme delle cose che sono oggetto della percezione
    • economie, diseconomie esterne, esternalità
    • (candidato) esterno, privatista
    • pianeti esterni, (astr.) i pianeti la cui orbita è più ampia di quella terrestre (marte, giove, saturno etc.)
    • (sport) si dice di incontro disputato sul campo della squadra avversaria; anche, di vittoria o sconfitta riportata su tale campo
    • superficiale, esteriore: un giudizio, un concetto esterno

Termini della lingua italiana collegati: fuori, esteriore, ... consulta tutti i sinonimi di esterno.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome