Definizioni di legge

sillabe: lég|ge | pronuncia: /ˈledʤe/

singolare femminile
    • norma secondo cui si regola la condotta degli uomini: legge positiva, scritta, quella emanata dagli organi che esercitano il potere legislativo; legge naturale, l'insieme dei principi di giustizia che si ritiene siano connaturati alla natura umana; legge morale, criterio della coscienza dell'uomo, secondo cui egli distingue il bene dal male; legge divina, l'insieme delle regole che una fede religiosa ritiene dettate all'uomo da dio; legge umana, il complesso delle norme che regolano la vita della società legge mosaica, il decalogo
    • senza legge, (figurato) si dice di chi vive senza rispettare le leggi e le regole sociali
    • legge, (religioso) denominazione corrente per torà o pentateuco
    • non conoscere, non aver legge, (figurato) non volersi assoggettare ad alcuna imposizione
    • far legge, essere legge, aver forza, validità di legge; (figurato) essere un modello prestigioso, un esempio seguito
    • dettar legge, (figurato) imporre la propria volontà
    • ogni atto dello stato che fissa regole di condotta vincolanti per la generalità dei cittadini; in italia, attualmente, può essere emanato dal parlamento o da un consiglio regionale : leggi generali, speciali; leggi ordinarie, costituzionali; leggi statali, regionali; legge civile, penale, militare; leggi agrarie, fiscali, finanziarie, elettorali; legge ponte, legge quadro; raccolta di leggi; gli articoli di una legge; a termini, a norma di legge; proporre, votare, approvare, promulgare, applicare, abrogare una legge; osservare, violare una legge; presentare un disegno di legge in parlamento; la lettera della legge, il suo significato letterale; lo spirito della legge, il suo significato autentico; la legge ordina, impone, prescrive, vieta...
    • proverbio : fatta la legge, trovato l'inganno, l'astuzia umana escogita innumerevoli espedienti per eludere le leggi
    • l'ordinamento giuridico di uno stato: la legge francese, inglese; in nome della legge, in base all'autorità conferita dalla legge (formula usata come intimazione o per introdurre una sentenza e simile); il braccio della legge, il suo potere e coloro che materialmente lo esercitano
    • agire, rimanere, essere nei limiti della legge, fuori della legge, ai margini della legge, nei limiti di quanto è prescritto o consentito dall'ordinamento, o fuori di tali limiti, o violandoli con una certa frequenza
    • (zoologia) nelle meduse, prolungamento a forma di manubrio situato nella parte centrale sotto l'ombrello; contiene il tratto iniziale della cavità digerente.
    • la legge della giungla, quella per cui il più forte sopraffà il più debole
    • norma che regola un rapporto, delle relazioni, una pratica e simile: le leggi dell'amore, dell'amicizia; le leggi della mafia; la legge del mercato
    • regola fondamentale di una disciplina, di un'arte: le leggi della pittura
    • (scient.) norma costante che regola fatti o fenomeni naturali; in particolare, la precisazione della maniera in cui, poste certe cause, conseguono determinati effetti; anche, l'enunciato dei rapporti matematici fra le grandezze che intervengono in fenomeni fisici: le leggi della natura (o naturali); leggi chimiche, fisiche, economiche; la legge della domanda e dell'offerta; la legge di gravità; la legge del pendolo; legge di keplero, di gay-lussac, dal nome di chi l'ha formulata.

Termini della lingua italiana collegati: diritto, giustizia, legislazione, ... consulta tutti i sinonimi di legge.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome