Definizioni di quale

sillabe: quà|le | pronuncia: /ˈkwale/

aggettivo interr. e femminile [plurale quali, termine antico o poetico davanti a consonante quai e qua'; la forma tronca qual è comune davanti alle voci del verbo essere che cominciano con e- (qual è, qual ero etc.) e, davanti a consonante, in talune locuzioni particolari (qual fosse; per la qual cosa; nel qual caso; in certo qual modo; qual mai) o nell'uso letterario] si usa nelle proposizioni interrogative dirette o indirette e nelle dubitative per chiedere la qualità, l'identità di qualcosa o di qualcuno (è forma concorrente con che, ma quast'ultimo è di gran lunga prevalente nell'uso parlato): quali libri preferisci?; quale motivo l'avrà indotto a far ciò?; quali novità ci sono?; con quali amici hai cenato?; a quale medico ti sei rivolto?; quale dimensione deve avere?; a quale velocità andavate?; a quale ora è accaduto il fatto?; in quale anno è nato?; dimmi quali libri ti piacciono; non so quale decisione prendere; chissà per quale motivo non si è fatto più vedere; voglio sapere quali persone hai invitato | non so quale, un certo (con valore indeterminato): mi prese una non so quale nostalgia; sentii non so quale desiderio di andarmene | aggettivo escl. maschile e femminile si usa per sottolineare enfaticamente la qualità di qualcuno o di qualcosa (nell'uso parlato è più frequente che): quale gioia provo nel rivederti!; anche in espressioni ellittiche: quale onore!; quale disastro!; quali tristi pensieri! | aggettivo relativo maschile e femminile
    • come quello che, (così) come, nelle condizioni in cui (equivale a come, ma è di uso più elevato; è in correlazione implicita o esplicita con tale): ha fatto una carriera quale non avremmo mai immaginato; il quadro, quale tu lo vedi, è ancora incompiuto; fece tali cose quali nessuno si sarebbe aspettato da lui
    • tale quale (o tal quale, tale e quale), somigliantissimo, identico: è tal quale sua sorella; questo ombrello è tale e quale il mio; ne vorrei uno tale e quale; è suo padre tale e quale; per noi è tale e quale, è la stessa cosa
    • nelle enumerazioni: città quali venezia e firenze sono tra le più ricche d'arte nel mondo
    • (letteralmente) introduce il primo termine di una similitudine: e qual è quei che volentieri acquista, / e giugne 'l tempo che perder lo face, /... / tal mi fece (dante infemminile i, 55-58); quali fioretti dal notturno gelo /... /... / tal mi fec'io di mia virtude stanca (dante infemminile ii, 127-130)
    • aggettivo indefinito e femminile
    • (letteralmente) usato all'inizio di un periodo stabilisce un collegamento con quello precedente (continua il nesso relativo latino): al quale alessandro ogni suo stato liberamente aperse (boccaccio dec. ii, 3)

Termini della lingua italiana collegati: esempio, ... consulta tutti i sinonimi di quale.


Ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome