Definizioni di tagliare

sillabe: ta|glià|re | pronuncia: /taʎˈʎare/

verbo transitivo [io tàglio etc.]
    • tagliare i panni addosso a qualcuno, (figurato) criticarlo spietatamente; anche, sparlarne
    • tagliare il mazzo, le carte, dividere il mazzo delle carte da gioco in due o più parti per rimetterle poi insieme in ordine inverso
    • tagliare i ponti, (figurato) rompere i rapporti con qualcuno
    • fendere, dividere un oggetto o un corpo in più parti o pezzi per mezzo di una lama o di un altro strumento affilato; recidere: tagliare il formaggio, la carne, il pane; tagliare un nastro, una corda; tagliare con il coltello, con le forbici, con l'accetta; tagliare il salame, affettarlo; tagliare il fieno, falciarlo; tagliare un bosco, abbatterne gli alberi; tagliarsi le unghie, i capelli, accorciarli; tagliare un arto, amputarlo; tagliare la gola, sgozzare; tagliare per il lungo, per il largo, nel senso della lunghezza, della larghezza; tagliare a pezzetti, sminuzzare
    • tagliare un vestito, ritagliarne le varie parti dalla stoffa
    • tagliare le pagine di un libro, separarle l'una dall'altra col tagliacarte
    • tagliare la corda, (figurato) andarsene precipitosamente, svignarsela, da cui l'uso assoluto di tagliare per 'scappare, andar via'
    • un vino che taglia le gambe, che fa sentire le gambe pesanti
    • una nebbia da tagliare col coltello, molto fitta
    • tagliare fuori, isolare: essere tagliato fuori, essere nell'impossibilità di comunicare con chi si desidera; tagliare fuori un reparto, (militare) impedirgli di ricongiungersi con il resto delle forze operanti
    • tagliare un diamante, sfaccettarlo
    • tagliare la testa al toro, (figurato) risolvere una situazione, un problema in modo sbrigativo
    • un freddo che taglia la faccia, intenso, pungente
    • tagliare il traguardo, arrivarci per primo
    • (assolutamente) essere affilato, tagliente: un coltello che taglia bene; queste forbici tagliano poco
    • tagliare un ascesso, inciderlo chirurgicamente
    • produrre un taglio; praticare un'incisione: tagliarsi un dito maneggiando il coltello, usando il rasoio
    • come negazione, non, non completamente: è una soluzione che mal risponderebbe alle nostre necessità; guardare qualcuno con mal celata antipatia inter. esprime disapprovazione o rammarico: il lavoro non è ancora finito? male! singolare maschile
    • interrompere, impedire: tagliare le comunicazioni; tagliare la ritirata al nemico
    • tagliare i viveri a qualcuno, privarlo dei mezzi di sussistenza
    • tagliare una curva, percorrerla tenendosi molto vicino al limite interno, invece di seguirne l'arco esterno
    • tagliare la rotta, (marina) passare di prora a una nave
    • tagliare la strada a qualcuno, attraversargli la via obbligandolo a fermarsi o a rallentare; (figurato) ostacolare i suoi progetti
    • attraversare, intersecare: il fiume taglia la pianura; la retta taglia la circonferenza nei punti a e b
    • mescolare una sostanza da vendere con altre sostanze di più basso costo, o con una quantità più scadente della stessa, per ottenerne un lucro illecito: tagliare l'eroina con bicarbonato
    • tagliarsi verbo riflessivo provocare un taglio su sé stesso: si è tagliato e ha perso molto sangue
    • tagliare un vino , mescolarlo con un altro per migliorarne la qualità, per renderlo più gradevole
    • verbo intransitivo [ausiliario avere] prendere la via più corta: tagliare diritto , seguire un percorso in linea retta; (figurato) mirare in maniera diretta a uno scopo
    • verbo riflessivo rompersi, lacerarsi (detto specialmente di tessuto o carta): la seta si taglia facilmente.

Termini della lingua italiana collegati: accorciare, affettare, cancellare, ... consulta tutti i sinonimi di tagliare.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome