Definizioni di uscio

sillabe: ù|scio | pronuncia: /ˈuʃʃo/

singolare maschile
    • essere a uscio e bottega, aver la bottega assai vicina a casa; (figurato) di persone, abitare molto vicine ' avere il male e l'uscio addosso, (figurato) subire una disgrazia dopo l'altra ' mettere tra l'uscio e il muro, (figurato) mettere alle strette; essere tra l'uscio e il muro, (figurato) in difficoltà ' non si trova a ogni uscio, (figurato) si dice di cosa che si trova difficilmente
    • prendere l'uscio, andarsene
    • mettere all'uscio, mettere alla porta, cacciare via
    • farsi sull'uscio, affacciarvisi
    • lo stesso che porta; è frequente soprattutto nell'uso toscano, per indicare porte esterne di piccole dimensioni o le porte interne di un edificio: aprire, serrare l'uscio; uscio a vetri, a due battenti; accostare, sbattere l'uscio; l'uscio di casa
    • (figurato letteralmente) passaggio, varco: gli occhi sono l'uscio delle lacrime.

Termini della lingua italiana collegati: entrata, porta, soglia, ... consulta tutti i sinonimi di uscio.


Ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome