Definizioni di meno

sillabe: mé|no | pronuncia: /ˈmeno/

avverbio [comparativo di poco]
    • preceduto dall'articolo determinativo forma il superlativo relativo di minoranza: il meno abile; il meno convincente; cerca di affaticarti il meno possibile
    • essere da meno, essere inferiore (per capacità, merito, condizione etc.), generalmente in frasi negative: lei è brava, ma lui non è da meno; non ha voluto esser da meno dei suoi amici
    • niente meno (o nientemeno), addirittura; esprime stupore, meraviglia, dispetto: voleva, niente meno, che mi alzassi alle quattro!
    • in proposizioni disgiuntive ha valore di no : fammi sapere se verrai o meno; mi chiedo se valga la pena o meno
    • venir meno, mancare; venire a cessare: gli vennero meno le forze; ci venne meno ogni aiuto; non osservare: venir meno alla parola data, ai propri doveri; (assolutamente) detto di persona, svenire
    • men(o) che, (letteralmente) seguito da aggettivo o avverbio equivale a non : è stato meno che onesto, disonesto; il suo aiuto fu meno che utile, inutile
    • a meno che (meno com. ammenoché), a meno di (raramente ammeno di), eccetto che, sempre che, salvo che: verrò, a meno che non piova; non farei mai una cosa simile, a meno di non esserci costretto
    • senza meno, (regionale) certamente: gli scriverò senza meno
    • quanto meno, almeno, perlomeno: avresti dovuto scrivergli o quanto meno telefonargli
    • poco più poco meno, più o meno, all'incirca: più o meno, le cose stanno così
    • in minor quantità, grado o misura (si premette ad aggettivi, avverbi e si pospone ai verbi): il viaggio è stato meno lungo; abbiamo avuto un'estate meno calda; ci andrò meno volentieri; dovresti lavorare meno
    • venir meno a sé stesso, (letteralmente) mancare ai doveri verso sé stesso, mostrarsi inferiore alle proprie capacità o alle proprie attese
    • meno male (raramente menomale), esprime la soddisfazione, il sollievo di constatare che le cose sono andate meglio di come si pensava o si temeva: è stato promosso, meno male!; meno male che non gli è successo niente!
    • men che meno, meno che mai, ancor meno: non sa parlare l'italiano, men che meno l'inglese
    • per lo meno (o perlomeno), a dir poco; almeno: vale per lo meno due milioni; dovrebbe per lo meno tacere
    • fare a meno di qualcuno, di qualcosa (regionale popolare far di meno di qualcuno, di qualcosa), privarsene, farne senza; astenersene: potresti fare a meno di tante cose; non può fare a meno di fumare; avresti potuto far a meno di discutere
    • in correlazione con più : più o meno interessante; più o meno facilmente; tutti hanno contribuito più o meno, chi più chi meno
    • meno che niente, per esagerare negativamente qualcosa: quanto mi ha offerto è meno che niente; lui conta meno che niente
    • tanto meno, molto meno, ancora meno, preceduti da proposizione negativa, hanno valore di certamente non, a maggior ragione non : se non l'ha detto a me, tanto meno lo dirà a te; non ho accettato finora e ancora meno accetterei ora
    • in unione con aggettivo o avverbio forma il comparativo di minoranza: l'argento è meno prezioso dell'oro; è meno permaloso di te; è riuscito meno bene di quanto pensassi
    • né più né meno, per l'appunto, proprio: le cose sono andate né più né meno così; si sono dimostrati né più né meno quelli che sono
    • uno più uno meno, una cosa più una cosa meno e simile, per indicare un'approssimazione che non incide sostanzialmente sull'insieme: è costato sulle tremila lire, cento lire più cento lire meno; verrò fra dieci giorni, giorno più giorno meno aggettivo comparativo minore; in minor numero, in quantità minore: impiegare meno tempo; comprare a meno prezzo; c'era meno gente; hanno meno preoccupazioni; fare meno errori; meno storie!; meno chiacchiere!; le automobili erano meno una volta
    • nel linguaggio comune indica quanto manca rispetto a un valore preso come riferimento: un chilogrammo meno due etti; sono le sette meno dieci
    • nelle votazioni scolastiche indica la non pienezza di un voto: sei meno, quasi sei, sei scarso
    • con valore neutro, spesso sostantivato, anche nelle comparazioni: ha studiato meno di quel che avrebbe potuto; ha mangiato meno del solito; meno di così non poteva fare; si accontenterebbe di meno; vendere, acquistare per meno; ho dovuto aspettare molto meno; ha lavorato non meno di tre ore; finirà in meno di due giorni; verrà tra non meno di una settimana; in men che non si dica, molto rapidamente, in un attimo preposizione fuorché, tranne, eccetto: c'erano tutti meno loro; è aperto tutti i giorni, meno la domenica; ho pensato a tutto, meno che ai biglietti ferroviari singolare maschile invariabile
    • in meno, di meno, in quantità minore rispetto all'aspettativa: mi ha dato di resto mille lire in meno; talvolta con lo stesso senso del semplice meno : se avessi venti anni (di) meno
    • in matematica indica la sottrazione, la differenza: dieci meno due è uguale a otto
    • differenza in meno, differenza fra la quantità o il numero che si ha e quello maggiore che si considera: c'è una differenza in meno di cento lire
    • nelle misurazioni di temperatura, indica gradi al di sotto dello zero: il termometro segna meno tre

Termini della lingua italiana collegati: inferiore, minimo, minore, ... consulta tutti i sinonimi di meno.