Definizioni di oro

sillabe: ò|ro | pronuncia: /ˈɔro/

letteralmente termine antico auro, singolare maschile
    • elemento chimico di simbolo au, metallo nobile di colore giallo-lucente, presente in natura in giacimenti di limitate quantità inattaccabile dagli agenti atmosferici, per la rarità e le altre sue proprietà è stato considerato fin dai tempi antichi come il materiale prezioso per eccellenza, usato per coniare monete e fabbricare oggetti, e ancora oggi costituisce mezzo di scambio universalmente riconosciuto: monete, gioielli d'oro; anello, orologio d'oro; arazzo ricamato in oro; oro zecchino, lavorato; pagare in oro, con monete d'oro; pagliuzza, pepita, grano, polvere d'oro, ciascuno dei modi in cui l'oro può presentarsi in natura; oro a 12, 18 etc. carati, lega d'oro che calcola in ventiquattresimi la percentuale del metallo presente; oro bianco, lega d'oro e platino o palladio, di aspetto simile al platino
    • in quanto materiale prezioso per antonomasia dà luogo ad alcune locuzione figurato: non fare una cosa per tutto l'oro del mondo, a nessun prezzo, a nessuna condizione; vale tant'oro quanto pesa, vale molto, detto sia di cosa preziosa sia di persona ricca di qualità; prendere tutto per oro colato, credere a tutto con la massima ingenuità
    • in relazione all'eccellenza dell'oro: un uomo, un cuore d'oro, persona di straordinaria bontà; età dell'oro, età primitiva nella quale tutto sarebbe stato semplice, puro, felice; libro, albo d'oro, nel quale vengono notati fatti gloriosi, nomi insigni; secolo d'oro, quello che si considera il più splendido nello svolgimento della civiltà o di una letteratura, di un'arte e simile; anno d'oro, quello che è stato il più proficuo ai fini di una determinata attività
    • oro nero, (figurato) il petrolio
    • proverbio : non è tutt'oro quel che riluce, l'apparenza spesso inganna; le ore del mattino hanno l'oro in bocca, sono quelle più utili a svolgere un lavoro
    • (estensione) denaro, ricchezze: la sete dell'oro; nuotare nell'oro
    • anche in funzione di aggettivo invariabile : paramenti neri e oro
    • colore giallo lucente: l'oro dei mosaici bizantini; capelli d'oro, biondi come l'oro
    • affezionato, fedele: amico, animo devoto ' suo devotissimo, formula usata nella chiusa delle lettere singolare maschile [femminile -a]
    • plurale oggetti d'oro: ori ellenistici; gli ori del tesoro della cattedrale
    • plurale uno dei quattro semi delle carte da gioco napoletane.

Termini della lingua italiana collegati: denaro, moneta, ... consulta tutti i sinonimi di oro.


Novità: ricerca direttamente dal browser > installa l' estensione per Chrome